fbpx

Patente di qualità per colf e badanti



By
Net Colf
30 Gennaio 20
0
comment
patente di qualità colf e badanti - netcolf

Per colf, badanti e baby sitter è stata istituita una sorta di patente di qualità che servirà non solo per certificare le competenze professionali ma anche come strumento di contrasto al lavoro a nero.
Le colf, badanti e baby sitter dovranno sostenere un esame che certifichi le abilità e competenze professionali acquisite secondo standard europei.

Per sostenere questo esame è necessario avere i seguenti requisiti:
– conoscenza base della lingua italiana
– aver partecipato nell’ultimo triennio ad un corso formativo di 40 ore per colf, 64 ore per badanti e baby sitter
– aver lavorato per almeno 12 mesi, anche in modalità non continuativa, con regolare contratto di lavoro

I lavoratori domestici dovranno accreditarsi presso enti specifici e svolgere corsi di formazioni, solo successivamente, mediante una prova scritta ed orale, conseguire la patente che in fase di assunzione andrà ad incidere sulla retribuzione

L’istituzione della patente per colf, badanti e baby sitter è stata regolata dalla norma Uni 11766, approvata lo scorso 12 dicembre. Tale norma si propone di:
– organizzare “le attività professionali non regolamentate di assistenza familiare definendone i “requisiti di conoscenza, abilità e competenza”
– regolamentare il lavoro (molti sono i lavoratori domestici assunti a nero).
Questa norma inoltre fornisce anche nove regole deontologiche che i lavoratori domestici devono seguire come ad esempio la riservatezza, rispetto delle informazioni personali legate alle famiglie per le quali si presta servizio